AL VIA L’INNOVATIVO PROGETTO DI ORTOTERAPIA CON VILLA BERETTA

È iniziato oggi a Costa Masnaga l’innovativo progetto di Ortoterapia, realizzato dalla Scuola di Agraria in collaborazione con il Centro di Riabilitazione “Villa Beretta”, che coinvolgerà per tutto l’anno scolastico i ragazzi di IV IPSA e alcune persone con problematiche derivanti da disabilità ricoverate presso il centro di eccellenza in ambito riabilitativo.

Una volta alla settimana gli studenti andranno a “vivere in clinica” a Costa Masnaga. La mattina faranno lezioni teoriche di Orticoltura con docenti della Scuola di Agraria dell’Istituto di Albese, (Roberto Ballabio, Stefano Corradi e Andrea Missaglia) e lezioni con la Dottoressa Silvia Aggujaro, neuropsicologa di “Villa Beretta”. Nel pomeriggio, invece, spazio all’attività pratica in serra e nel parco della struttura, con e senza i pazienti ricoverati.

I ragazzi di IV IPSA entreranno in contatto con i disabili (adulti affetti da cerebrolesioni acquisite in fase post-acuta e persone che a seguito dell’evento morboso presentano deficit motori e cognitivi) e si metteranno alla prova in prima persona. Con un lavoro sugli odori, i colori e la manualità, avranno un ruolo attivo nella riabilitazione dei pazienti, grazie a fisioterapisti, terapisti della riabilitazione cognitiva e neuropsicologhe che li accompagneranno nelle loro attività con un ruolo di affiancamento, supervisione e sostegno pratico ed emotivo.

Oggi, come primo giorno, hanno cominciato ad avvicinarsi all’Ortoterapia. La neuropsicologa dottoressa Aggujaro ha spiegato come condurre in serra un paziente afasico, cioè una persona con difficoltà di comunicazione legate sia alla capacità di produrre sia di comprendere il linguaggio dovute a delle lesioni alle aree del cervello destinate all’elaborazione.

Poi due fisioterapisti, Mariangela e Silvano, hanno spiegato la terapia occupazionale e come l’Ortoterapia sia un ottimo strumento per allenare parti specifiche del paziente per aiutarlo gradualmente nel suo processo di acquisizione dell’autonomia.

Infine, con il docente del nostro Istituto Roberto Ballabio, i ragazzi hanno cominciato ad approfondire l’Ortoterapia, quello strumento riabilitativo che appartiene all’ambito delle terapie occupazionali in cui si vuole assistere una persona disabile nella cura e gestione del verde, nella coltivazione di fiori, ortaggi e altre piante con lo scopo di ottenere risultati terapeutici.

Una prima giornata ricca dal punto di vista nozionistico, ma soprattutto umano. Come lo sarà tutto questo nuovo progetto.