Progetto di riqualificazione Villa Amalia

[nggallery id=11]

La pagina descrive un interessante progetto seguito dall’Istituto negli anni 2004/2007.
Il progetto del censimento delle piante secolari del parco di Villa Amalia è stato presentato ad un bando ministeriale della L.440 ottenendo riconoscimento e sovvenzione. Per un paio di anni scolastici studenti e agronomi hanno lavorato dentro il parco recuperando essenze pregevoli e rimuovendo rovi e infestanti. Dell’esperienza è rimasta traccia nel libro pubblicato dall’Istituto e presentato al convegno Filo verde 3.
Successivamente l’Istituto ha ricevuto dall’Amministrazione Provinciale di Como l’incarico di studiare un Piano di recupero del Parco stesso. Con la collaborazione anche di architetti esterni gli agronomi della San Vincenzo hanno elaborato un progetto completo di risanamento e di restauro; sembra che l’Amministrazione Provinciale di Como, dopo averlo acquisito, abbia avviato in un primo tempo solo i lavori di restauro dei rustici presenti nel parco.
E’ notizia di questi giorni – 9 dicembre 2012 – che il liceo Carlo Porta che ha sede in Villa Amalia, l’Amministrazione Provinciale di Como – proprietaria del parco e della Villa – e la Comunità di don Bassano di Erba abbiano fatto una convenzione per un lavoro di pulizia del parco ad opera dei giovani assistiti da don Bassano.
Di seguito sono indicate le principali fasi del progetto quando era in atto con gli studenti dell’Istituto.

LOCALITA’: ERBA

CLASSI COINVOLTE: IA ; II A; III A

RESPONSABILI: dott. Stefano Corradi – dott. Mario Bernasconi – dott. Ismaele Pozzoli – dott. Fabio Montagna – p.e. Roberto Ballabio – p.a. Valentina Baruffini

PARTNERS ESTERNI: Assessorato Patrimonio – Provincia di Como

PERIODO DI INTERVENTO: dal 2004 al 2007

DISCIPLINE COINVOLTE: Agronomia – Ecologia – Meccanica Agraria – Progettazione del Verde – Tecnica delle Produzioni Vegetali

ATTIVITA’ SVOLTE:

Censimento dellle piante secolari del parco
Risanamento dagli infestanti
Rimozione delle specie spontanee
Eliminazione delle piante danneggiate
Riduzione di funghi e marciumi radicali
Ripristino della rete dei viali
Ripulitura dell’alveo del Lambroncino
Riassetto delle siepi esistenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − uno =

Innovare Servire Valorizzare